La mobilità sostenibile è uno degli assi di azione di AERE per migliorare la Sostenibilità ambientale dei propri Clienti.

Essa si esplicita in 2 gruppi di attività:

Diminuzione dei km percorsi in ambito aziendale, attraverso:

  • Ottimizzazione dei percorsi
  • Car-sharing
  • Car-pooling

Utilizzo di mezzi di trasporto ad emissioni ridotte:

  • Mezzi ibridi
  • Mezzi elettrici e Colonnine di Ricarica

Lavorare su questi due gruppi di attività è importante non solo nelle aziende in cui il trasporto delle merci – sia interno all’azienda che esternamente, da e verso clienti e fornitori – ha una dimensione significativa, ma anche nelle aziende in cui sono significativi gli spostamenti dei propri dipendenti, sia con automobili private sia tramite una flotta di automobili aziendale.

La mobilità sostenibile è il modello ideale di un sistema di trasporti che riduce al minimo l’impatto ambientale, massimizzando l’efficienza, l’intelligenza e la rapidità degli spostamenti. La riduzione dell’impatto ambientale permette l’abbattimento delle cosiddette esternalità negative, quali:

  • l’inquinamento atmosferico e le emissioni di gas serra;
  • l’inquinamento acustico;
  • la congestione stradale;
  • l’incidentalità;
  • il degrado delle aree urbane (causato dallo spazio occupato dagli autoveicoli a scapito dei pedoni);
  • il consumo di territorio (causato dalla realizzazione delle strade e infrastrutture);
  • i costi degli spostamenti (sia a carico della comunità sia del singolo).

Le città e le Aziende dove le politiche di sostenibilità dei trasporti hanno avuto più successo sono state quelle nelle quali le diverse tipologie di intervento, rappresentate dai due macro-gruppi di attività introdotti nel paragrafo precedente, sono state applicate in maniera integrata in modo da rinforzarsi una con l’altra.

La riduzione dei km percorsi dai mezzi aziendali garantisce, oltre ai benefici ambientali precedentemente indicati, anche ad un notevole risparmio in termini economici, in relazione anche alle notevoli fluttuazioni a cui sono sottoposti i prezzi dei combustibili. AERE supporta i propri Clienti nell’analisi dei consumi dovuti alla mobilità e nello studio delle seguenti attività, garantendo la riduzione dei km percorsi.

Ottimizzazione dei percorsi

L’ottimizzazione dei percorsi ha l’obbiettivo di migliorare la resa del percorso (che sia esso interno o esterno allo stabilimento), massimizzando i luoghi-reparti raggiunti e minimizzando i km percorsi, riducendo quindi i consumi e dunque l’inquinamento conseguente. AERE è in grado di studiare il percorso più efficiente per migliorare la sostenibilità ambientale dei propri Clienti.

 

Car-sharing

Il car-sharing è una forma di mobilità collettiva, tale meccanismo si basa sul noleggio di un veicolo privato per poche ore o giorni. È particolarmente utile nei centri urbani se utilizza auto a basso impatto ambientale.

 

Car-pooling

Il car pooling è un’altra forma di mobilità collettiva. Si basa sui mezzi privati e consiste nell’utilizzo di un’automobile da parte di più persone, spesso colleghi o conoscenti, che percorrono lo stesso tragitto casa-lavoro negli stessi orari.

Il secondo vettore per ridurre i consumi e i costi dei propri mezzi aziendali è l’adozione di mezzi ad emissioni ridotte, ovvero dotati di motori ibridi o elettrici. AERE è in grado di svolgere specifiche analisi di confronto tra mezzi con motore endotermico e quelli ibridi o elettrici, fornendo al Cliente tutti i dati necessari al fine di valutare il risparmio economico ed ambientale generato dall’adozione di un mezzo ad emissioni ridotte.

AERE inoltre è in grado di fornire supporto in merito alle agevolazioni e bandi, statali e regionali, disponibili per l’acquisto di un mezzo a basse emissioni e l’installazione di una colonnina di ricarica.

Le auto a basse emissioni si suddividono in:

  • Auto ibride
  • Auto elettriche

Le auto ibride sono caratterizzate dalla presenza di due motori, uno di natura elettrica e l’altro invece endotermico, nella maggior parte dei casi a benzina. Il motore elettrico entra in funzione in partenza ed a basse velocità, mentre il motore endotermico garantisce la spinta necessaria per il raggiungimento di velocità superiori ai 50 km/h. Una volta raggiunta una velocità stabile, il sistema modula il funzionamento dei due motori garantendo un funzionamento ibrido. Tale tecnologia permette una notevole riduzione dei consumi, garantendo un’autonomia del tutto simile alle macchine alimentate a combustibile.

L’auto elettrica è un’automobile con un solo motore elettrico che utilizza come fonte di energia primaria l’energia chimica immagazzinata in una o più batterie ricaricabili e resa disponibile da queste al motore sotto forma di energia elettrica. Le auto elettriche sono definite come plug-in, ovvero necessitano di una colonnina di ricarica per il rifomento di energia.  La auto full-electric azzerano dunque sia le emissioni di inquinanti nonché l’inquinamento acustico, tipici di un motore endotermico. La continua evoluzione tecnologica dei motori elettrici e delle batterie di accumulo ha permesso inoltre un notevole incremento dell’autonomia.

Richiedi un audit preliminare gratuito

Scopri l'approccio concreto al risparmio energetico. La nostra remunerazione sarà legata ai risparmi che otterrai.

Contattaci